I serrati interrogatori a cui viene sottoposto chi vuole uscire da Istraele fanno emergere le contraddizioni in cui vivono gli israeliani

http://www.provincia.ap.it/novita/newsdett/newsdett.asp?codnew=6970

” […]
Abdel Hadi Hantash è un palestinese che lavora nel Comitato di Difesa della Terra dalle espropriazioni per la costruzione delle colonie israeliane in Cisgiordania. In un dibattito sulla politica israeliana di colonizzazione, pronunciò una frase che colpì l`uditorio: “Il sionismo ha creato una grande bugia, ed il mondo ci ha creduto”. Di quale bugia si tratta? “La bugia della sicurezza, del fatto che la scusa dei motivi di sicurezza ha coperto le politiche di occupazione, colonizzazione ed Apartheid portate avanti nei confronti dei palestinesi, anche quando era evidente che nulla avevano a che fare con la protezione dei cittadini israeliani”. Dietro questa “grande bugia” la classe dirigente israeliana ha commesso i crimini più odiosi, dall`espulsione in massa dei palestinesi dalle loro case nelle guerre del 1947-49 e del 1967, alle forme di punizione collettiva attuali (arresti e detenzioni amministrative, espropriazione terre e risorse, demolizione case, sradicamento alberi, impedimento libertà di movimento, ecc).

Quando ho lasciato Israele per tornare in Italia, qualche giorno fa, ho fatto anche io i conti con la “grande bugia” […] “

 

 

I serrati interrogatori a cui viene sottoposto chi vuole uscire da Istraele fanno emergere le contraddizioni in cui vivono gli israelianiultima modifica: 2009-06-12T17:14:12+02:00da handala83
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento